“Sai, tu, che cosa sei?”
“No, però so che adesso me lo dirai tu…”
“Non sei nient’altro che una squallida, piccola, puttana. Squallida e piccola“.
“Sì? Credi davvero?”
“Sì, ne ho la certezza. Un essere squallido, piccolo e spregevole. Mi fai venire una gran voglia di vomitare soltanto a guardarti”.

“Le lacrime amare di Petra von Kant”, regia di Rainer Werner Fassbinder

Annunci