Citazione

“[…] Ti amo come non ho mai amato nessuno. Sono attratta da te con una forza insopprimibile, sono trascinata dalla corrente e non mi è possibile resistere. Come un ago e un magnete mi stampo sulla tua vita desiderandone ogni momento. Sei nel mio letto quando mi addormento, sei il primo pensiero al risveglio. Sei tra le voci per strada, in ogni nota che ascolto, in ogni riga che leggo, nell’acqua che bevo, nel cibo che mangio. Penso a noi che facciamo l’amore, e già ti voglio addosso. Sei un distillato di piacere. C’è un codice segreto scritto nel tuo corpo. Ce l’hai solo tu, ha a che fare con ciò che sei , con il corso della tua vita ma quel codice mi riguarda”.

Eugenia Romanelli, “è scritto nel corpo”

Annunci
Citazione
L’amore, quando è ricambiato, è come un boomerang: lo lanci, e con forza raddoppiata torna indietro. Si legge negli sguardi, si assapora nei baci mozzafiato scambiati su una spiaggia al tramonto, si ascolta nei battiti del cuore che accellerano furtivi. Le mani si intrecciano, gli sguardi affogano gli uni negli altri. Le anime volano, volano dove nulla ha più importanza dell’amore che le lega, le lega indissolubilmente.

Seguendo le orme del destino

Il mio destino. Sei tu. L’ho sentito quella sera, la sera in cui la pienezza e totalità del mio amore per te mi è apparsa nella sua più pura semplicità. Le tue parole erano stentate, appena sussurrate, gli occhi chiusi, la tua mano a malapena stringeva la mia. Temevo di perderti, perderti davvero e volevo chiamare aiuto. Ma me l’hai impedito, perché sapevi che non mi avrebbero permesso di restarti accanto, perché non sono nessuno per te in questo Paese. La consapevolezza di questa realtà mi ha fatta desistere, mi ha impedito di agire stupidamente. Sono rimasta con te per attimi interminabili, la mia mano sulla tua fronte, la tua mano sulla mia. è stato in quei momenti che ho capito. Cos’è l’amore. Il destino mi ha teso la mano, l’ho afferrata, ed esso l’ha unita alla tua e mi ha sussurrato: “è lei”. è lei ciò che hai sempre cercato, l’amore che desideravi, la donna che aspettavi. Ora abbine cura.

Fate

Claudio Baglioni – “E tu”

Claudio Baglioni – “Tienimi con te”

è stato destino, lo so. Ultimamente mi accade spesso. è stato il destino a farci trovare la stessa sera in quel locale, sulla stessa lunghezza d’onda, entrambe che cercavamo di capire perché eravamo state rifiutate da altre. E ci siamo trovate. All’inizio pensavo che sarebbe iniziata e finità lì, ma ci siamo viste altre due, tre, quattro volte, ed ogni volta il desiderio di vederti, di tenerti la mano, di parlarti, e soprattutto di baciarti, cresceva. Non è passato neanche un mese e già sento che mi sto innamorando di te, non è passato neanche un mese e se non ti sento tutti i giorni sto male. Ma tu non mi stai facendo del male, affatto. Sei il mio balsamo, sei la mia boccata di aria fresca, sei l’unica che mi fa dimenticare tutte le Hermione di questo mondo. Mi fai dimenticare di essere stata rifiutata per ciò che provavo e solo se mi fermo a pensare mi rendo conto di essere ricambiata per la prima volta nella mia vita e soprattutto da chi DAVVERO voglio. Ma per il resto prendo questi momenti con te nella loro pienezza e non penso, ma agisco, VIVO. Tu mi fai vivere. E non ho più paura, come all’inizio, di pronunciare, di scrivere, quelle due paroline che mi vengono in mente ogni volta che ti penso. Quelle due paroline così cariche di significato ma anche di aspettativa. E così sublimo, te lo dico in un altro modo, che ti adoro, che per me sei speciale, che stai cambiando la mia vita in meglio. Che ti amo lo senti, che ho per te un’immensa tenerezza che parte dal cuore lo percepisci. E sento che anche per te è lo stesso, e questa è la cosa più bella.