Digressione

Risveglio

Brillanti raggi di un sole già alto fanno breccia prepotentemente in quella stanza da letto di un appartamento al piano più alto. Una chiazza di luce sul cuscino, proprio accanto al suo viso. Ha un’espressione così dolce. Se fosse un fiore lo coglierebbe, serbandolo dolcemente, difendendolo a spada tratta, avendo premura di tenerlo lontano da chiunque possa scalfire la sua purezza. Svegliarla sarebbe un sacrilegio, ma per quanto ancora potrebbe continuare a cullarsi nella vacuità di un sogno?

Spalanca i tuoi occhi dallo sguardo cristallino su questo mondo che ci sta sempre troppo stretto. Noi due qui, insieme, siamo ciò che meno ci si aspetterebbe. Noi due, che apparteniamo a mondi diametralmente opposti ma in fondo così vicini Svegliati, dolcezza, in questo mezzogiorno estivo, alle nostre spalle una notte di follie e puro divertimento…sballarsi, cercando nell’oblio di un cocktail di alcol e danza il possibile antidoto al nostro dolore…e ritrovarsi poi sfiniti a far l’amore fino all’alba…come è accaduto? Non senti, tu, che ti manchi all’improvviso la terra sotto i piedi? Non vedi vacillare, dolcezza, i tuoi punti fermi, le tue certezze più radicate? Quanto tempo hai impiegato per riuscire ad accettare la tua natura, il tuo essere diversa, te ne sei fatta una ragione? Sveglia, tenero bocciolo, e osserva questa scena con sguardo critico, come solo tu sai fare. Ti conosco da così poco eppure mi sembra che tu sia sempre vissuta qui, con me. Saresti l’ideale per me, incarnando un desiderio mai avvertito in precedenza…di normalità? Apri gli occhi e nel tuo sguardo c’è confusione, smarrimento Mi guardi e sembri non capire, o forse non voler assimilare quello che è accaduto questa notte Depongo un tenero e casto bacio sulla tua guancia Non dici nulla, ti scosti da me avvolgendo un lenzuolo attorno al tuo corpo dalle forme poco pronunciate.

«Cecilia…»

Ti volti, stupita dal sentire il tuo nome completo in bocca a qualcuno che non sia un tuo familiare.

«Liam…non so come sia potuto accadere…mi dispiace tanto, davvero…»

Mi muovo velocemente verso la tua sponda, afferrandoti la mano, baciandone dolcemente il palmo.

«È colpa di entrambi, in fondo, no? Eravamo così fuori di senno che non avremmo potuto impedire in alcun modo che accadesse…»

Mi guardi, una domanda nei tuoi occhi azzurro cielo…

«Siedi, per favore…»

Ti appoggi al materasso, piantandomi gli occhi in faccia.

«Posso intuire per quale motivo tu ti senta in colpa ma ti prego di credermi…non ce n’è ragione».

«Liam…presumo tu sia al corrente della natura dei sentimenti di T.H….»

«Lo sono…ma sbagli nel credere che non me ne importi…Cecilia, io amo Timothy…»

Sul tuo viso un’espressione di pura incredulità.

«Liam…credo che T.H. debba saperlo…davvero vorresti privarlo di ciò che potrebbe maggiormente desiderare? Pensaci…mettiti nei suoi panni…non aneleresti la verità se fossi in lui?»

«Lo farei…»

stringo piano le tue mani nelle mie.

«Grazie…»

Sfioro le tue gote, rosate d’imbarazzo, le tue labbra rosse di baci. Incontro il tuo sguardo per un istante che mi sembra durare secoli: vi leggo il tuo affetto sincero, ma ciò che mi colpisce è la voglia che hai di fuggire lontano da me perché ho scatenato dentro mille dubbi…hai bisogno di stare sola, ora com’è ora. Posso capirti. Mi stupisce il forte slancio con cui mi abbracci stretto.

«Ehi, ehi…»

Finiresti per addormentarti nuovamente fra le mie braccia? Lo sento, il bisogno che hai di essere protetta, ed anche se vorresti prenderti del tempo per capire cosa vuoi tu veramente, cerchi, e trovi, un porto sicuro in me. Ti accolgo, senza problemi. Stretta a me, ti lasci accarezzare, questi tuoi capelli così corti, e scuri, come cioccolata…

«Come mai così corti?»

Domando, a voce bassa, per lo più a me stesso.

«Uhm?»

Chiedi.

«Dico sei così carina…»

Aggrotti le sopracciglia, quasi contrariata di fronte al mio complimento. Ripeto la mia domanda. Poi, dopo una lunga pausa…

«Quando avevo dodici anni, e poi fino a quindici, i miei capelli erano lunghi e biondi proprio come li ha T.H. ora…poi, come se volessi evidenziare maggiormente il cambiamento che era avvenuto in me, ci ho dato un taglio netto…»

Sorrido, per infonderti coraggio.

«Non preoccuparti, sei comunque bellissima…»

«Finiscila, o finirò per credere di piacerti…»

«Sai benissimo che non ce ne sarebbe modo…ma è un dato di fatto…la cosa più importante, comunque, è coltivare la bellezza interiore, non credi? Il corpo è soggetto al passare degli anni…ma l’anima, se vuoi, resta giovane e bella in eterno».

Stringi la morsa attorno al mio torace, sorridendo dolcemente. Chiudi gli occhi, la guancia contro il mio petto. Riposa, dimentica questo mondo ostile, finché sei qui con me. Perditi nell’oblio di un sonno ristoratore, sogna di vincere le tue paure ed incertezze. Esprimi il desiderio di essere più forte. Se mi fosse possibile, farei in modo che si avverasse, ma ognuno ha i suoi limiti ed io conosco i miei. Se potessi ti amerei, proverei a farti dono della tenerezza, della dolcezza e del sentimento sincero di cui sento tu abbia tanto bisogno, ora. Ma sai che il mio cuore in questo momento appartiene ad un altro e non mi è possibile donarlo ad alcuno che non sia lui. Perdonami, tenero cerbiatto, ma non sono purtroppo io il tuo destino. Afferra, come se fosse composto di materia, questo forte trasporto che ho per te, non saprei darti nulla di più Ciò che provo per te è lo stupendo riflesso di un amore platonico: spero possa farti bene, spero possa rasserenarti, spero tu accetti questo mio sincero affetto e ne faccia tesoro, come io stesso vorrei poter fotografare questo momento, come se fosse così possibile conservarne il ricordo. Cullati, nel calore della mia amicizia e, se essa avrà la capacità di lenire il tuo dolore, spero possa, di fronte alla tua raggiunta serenità, curare anche le mie di ferite. Dolce bocciolo, tutto ciò è per te…e per me.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...