Digressione

Dal diario di T.H.

Poco più di tre mesi sono trascorsi dalla sua partenza eppure, nel susseguirsi di notti bianche e grigie giornate, ciò che sogno sempre più sono i suoi occhi verde mare. è tutto ciò che ricordo del suo viso, dei suoi lineamenti, perché sembra che più ci provi e maggiormente qualsiasi immagine di lui che avrei gelosamente conservato viene cancellato come da un colpo di spugna.

Mi manca, forse sembrerà banale, ma è ciò che sento. Mi manca come l’aria che respiro e non è solamente uno stupido luogo comune, poiché nell’ansia di una sua chiamata che mi culla e mi attanaglia dal giorno della sua partenza, sento una morsa al petto, lo stomaco contratto, accartocciato, ed il cervello sintonizzato solo ed unicamente sulla sua frequenza. Non so come uscirne, Liam sta diventando la mia ossessione che, ora, nella sua mancanza, mi farebbe commettere una follia. Sarei capace di fare i bagagli e partire, senza avere la certezza di trovarlo perché in fondo potrebbe essere ovunque.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...